<< indietro
I racconti dello scontrino

Monologo dello scontrino

di Valentina Tassani

36 anni (ma non li dimostra) diploma in Art Direction presso l'Istituto Europeo di Design (IED), Acquario ascendente Vergine ma anche Capricorno. Vive tra Bergamo e Faenza e nel mentre si occupa di Social Media Marketing per diverse Aziende. Scrive e viaggia, non solo sul suo blog,

«NO, NO, NO! Dai ti prego non farlo! Sono stato appena stampato! Lasciami vivere per un po’! Non voglio finire accartocciato nella tasca di un pantalone, o nei meandri della macchina dimenticato per mesi, per poi essere miseramente buttato! Non mi puoi fare questo, se ci pensi so tutto di te! In fondo noi scontrini siamo come dei fedeli tracciati del vostro vissuto, del vostro quotidiano, siamo passato. Ti ricordi quella volta che ti regalarono quell'orribile maglione che potesti cambiare solo grazie al mio aiuto? E il saldo punti per la raccolta che ogni volta ti ricordo?! Lo vedi, non puoi fare a meno di me.
Dai portami un po’ con te, sono stato arrotolato per tutto questo tempo, conservami, è il mio momento e poi devo ancora incontrare la scontrina della mia vita.
Piuttosto, quando arriverà quel momento, fammi cadere addosso della birra o lasciami sbiadire al sole... ma non accartocciarmi... (ma perché dovete sempre stropicciarci a noi scontrini?!?!)»