<< indietro
Poesia

Forse un giorno

di Marta Fogliata
Nata e cresciuta nella provincia di Mantova, vivo in un paesino del bresciano. Sono laureata in Lettere e filosofia, presto studentessa magistrale.

Forse un giorno capirai

il potere delle parole

il potere di due mani unite

di un sorriso che ti vuole bene.

Forse un giorno.

E allora ascolterai in silenzio

sospiri velati

che hanno la leggerezza di una candida nuvola passeggera

di una piuma solitaria che scende dal cielo

e t'incontra per caso

mentre cauta cammini schivando sguardi indiscreti,

vuote parole d'inquieti destini.

Fisserai ogni sbaglio con inchiostro dorato

che sia venerato il dolore sofferto

e nelle sere di luna piena

sospiri velati

ti condurranno presso un arso cipresso

cenere, fumo, un alito di vento

passi lontani, polvere e un cancello.

Vorresti fuggire, ancora mentire?

E quell'ombra facilmente ti raggiunge

ma tu trattieni la mano in una tasca

e non lo guardi il sorriso che ti chiede:

tu, mi vuoi bene?

Volgi lo sguardo all'orizzonte,

leggera una nuvola passa,

senti una stretta intorno al collo,

gli rispondi: forse un giorno.