<< indietro
Poesia

Magnolia

di Emma De Togni

Emma De Togni nasce il 28 marzo del 1998 a Verona. Ha fatto il liceo classico. Impara a parlare con la scrittura. Ma non le piace parlare di sè. Questa biografia finisce qui.


Hai fumato sulle gradinate della stazione,



cappotto di nebbia ed occhiali da sole.



Il cielo, gli edifici,



rosa antico, i tuoi zigomi.



Sotto ai tavoli a tracciare sulle mani i percorsi delle gocce sui finestrini.



Quando balli il vestito che indossi è sempre quello che ti sta meglio.



Stai guardando i ciliegi in fiore



nella laundry della tua città in Giappone?



E le tue tazzine sono sempre dello stesso colore?



Sono sotto la tua casa al mare



anche se so che non ci sei



e che non sei in Giappone -



non è cambiato nulla



a parte il tuo nome



ma io ti chiamo



Magnolia, sarai domani.



Ho riposto al sicuro la sensazione dei tuoi occhi



in un bilocale veneziano,



la mia memoria in un container che spero mi recapiterai.



Se avessi voluto bruciare non



sarebbe stato né più facile né più difficile.



Avremmo forse chiesto un ballo sopra un lampione,



io avrei preso la patente e sostato



nelle zone militari



per le luci della pista d'atterraggio, -



avremmo messo il rossetto a tutti i



treni tristi



e alla mia faccia stanca.



Forse.



Ma sotto gli occhiali da sole guardavi un film ed io guardavo poesia.



Diremo che il nostro è stato un amore quasi per finta.