<< indietro
Poesia

Piove e ritrovo gli dei

di Marco Crosato
Marco nasce il 27 Marzo 1998 a Motta di Livenza. Appassionato di letteratura e scrittura fin da bambino, inizia a dedicarsi in particolare alla poesia all'età di sedici anni. Altre sue passioni sono la musica, il cinema e l'impegno sociale praticato attraverso lo scoutismo e Libera. Nel 2017 si diploma al liceo scientifico Isiss Antonio Scarpa di Motta di Livenza con valutazione cento e lode. Attualmente studia ingegneria dell'energia all'università di Padova.


È già successo



Che ti piovano le guance



Ti tremino le gambe



Le fondamenta di un’anima



Inesperta eppure già in fondo



Scarica come la pioggia superflua



Di fine Maggio di fine viaggio



 



I ricordi sono nell’aria



Li senti quando respiri?



Non possiamo fare a meno



Di assorbirli e farli nostri



Ad esempio io oggi sono morto



E porto con me questo lutto pagano



Lo condivido con questa Terra



 



Perché inseguiamo la morte di un Dio



Quando allargando il campo visivo



Dei nostri flebili forse



Raccogliamo storie a piene mani



Le rincorriamo nei campi di segale



Impedendo loro di cadere



 



È tutto già successo



Leggilo nei miei occhi o nei tuoi



Fra gli specchi dell’alba



Verità e finzione si completano



Si ispirano a vicenda



Mentre fuori spirano



I figli di Dio



Dentro le mani mi fremono



Piove e ritrovo gli dei