<< indietro
I racconti dello scontrino

L’ottimista

di Samantha Ferrari

Samantha Ferrari nasce a Piacenza il 27 gennaio 1989. Dopo aver frequentato il Liceo classico Gioia per perseguire la sua ambizione di sfondare come scrittrice, cerca di portare avanti questo desiderio nel tempo libero. Amante degli animali, spera di fondare un giorno una struttura dedicata ad essi e, nel frattempo, si gode la sua cucciola. Lavora da diversi anni nell’azienda promotrice del concorso Coop for Words, presso il punto vendita “Ipercoop Gotico”.

Posso definirmi una persona sfortunata. Oggi, per esempio: mi dirigo alla Coop per fare spesa. La malasorte fa capolino già nel parcheggio quando il carrello non vuole saperne di muoversi; all’ennesimo strattone, finalmente, si libera centrandomi nello stomaco. Dentro al supermercato: per poco non mi rompo una gamba scivolando su una chiazza d’acqua. Il salvataggio è spettacolare; purtroppo registra il sacrificio dello sventurato piede, centrato dal melone in caduta libera. A spesa conclusa mi avvio alla macchina: nel momento in cui varco la soglia delle porte automatiche, un lampo balugina nell’aria e, puntuale come un orologio svizzero, lo segue il fragoroso tuono, nefasto portatore del classico acquazzone improvviso. Nel correre verso la macchina, saluto silenziosamente la dipartita delle uova e di altri fragili articoli, miseramente precipitati a terra durante la folle corsa. Nell’abitacolo, mi concedo un attimo per prendere un respiro. E, con la coda dell’occhio, noto l’angolo di un gratta e vinci del concorso Coop: beh, peggio di così non potrebbe andare, a meno che la vincita non sia: “Paga la spesa di un altro cliente”. Con un senso di rassegnazione, quasi noia, gratto la banda argentata e leggo: “Hai vinto...”. Silenzio. In un folle momento di gloria mi passano davanti agli occhi immagini di mari caraibici ed auto scintillanti, poi l’occhio ritorna sul biglietto: “Hai vinto una confezione di mozzarelle Coop!” Beh, per fortuna non sono allergico ai latticini!