<< indietro
I racconti dello scontrino

Punto e a capo. Di nuovo "forse" amici

di Angela Garufi

Angela Garufi nasce a Catania il 16 luglio 1991. Da sempre appassionata di scrittura e letteratura, durante gli anni del liceo entra a far parte della redazione del giornale della scuola. A novembre 2017 consegue la laurea magistrale in Giurisprudenza presso l'ateneo della propria città. Attualmente svolge la pratica forense e continua a coltivare la sua passione per la letteratura e il giornalismo in particolare, tentando di coniugare quest'ultimo con il suo grande amore per il calcio.


Ed anche stasera ti sei ridotta a fare la spesa a meno di un quarto d'ora dalla chiusura. Ed anche stasera nel carrello c'è una bottiglia di prosecco. Guardi la bottiglia e sorridi in modo amaro, l'amarezza che traspare dalle tue labbra è in contrasto con le luci e i colori allegri del supermercato. Lo sai bene che non ci saranno più le vostre serate, che non guarderete più le partite di calcio insieme, non siete amici, non siete mai stati amici, volevate cose diverse. Scacci via dalla mente questi pensieri e sorridi a una bambina che indica alla madre un barattolo di marmellata. Prendi il telefonino e ricontrolli la lista della spesa che hai scritto nelle note. Hai preso tutto dal sale al caffè, sorridi e realizzi che il suo nome sul display non c'è, c'è solo la lista della spesa. Ti dirigi verso la cassa, paghi con il bancomat e rimani stregata dalla cordialità del cassiere che sembra quasi capire il tuo turbamento interiore nel guardare quella bottiglia. Sistemi la spesa nel sacchetto e ricontrolli lo scontrino. Vai verso l'uscita. D'improvviso un sacchetto urta le tue ginocchia. Ti giri di soprassalto. Lo vedi davanti a te che ti sorride. Vi salutate con un bacio sulla guancia, scambio di convenevoli, parli un po' di te e alla fine vi augurate reciprocamente di trascorrere una buona serata. Sali in auto, guardi il telefonino, non c'è nessun suo messaggio ma solo la lista della spesa. Anche stasera quel drink lo berrai da sola prima di andare a dormire.