<< indietro
I racconti dello scontrino

Sliding doors

di Alessia Romano

Alessia è una persona dinamica, irrequieta, in perpetuo movimento ma soprattutto in continua mutazione. Lavora in ospedale, adora sorseggiare persone nuove. Ama il suo lavoro. Ma adora anche mille altre cose, e vorrebbe poterne fare mille di nuove. Cresce la sua bambina con rigore, trascinandola attraverso il flusso incostante della sua tormentata esistenza.


Io ti vedo, il tuo sguardo mi attraversa, mi esclude, e mi uccide. Tu mi vedi forse, ma non mi guardi. Non so che fare, sono rigida e impacciata, non riesco a parlare. Non conto neppure più quanti uomini mi hanno attraversata, più volte, freddamente. Potrei anche dirti che non mi hanno neanche toccata, forse sfiorata... non sento nulla, sono diventata di ghiaccio. Ma tu ti avvicini e sorridi, ti tocchi i capelli, fai un giro su te stesso e mi riguardi. Mi guardi davvero. Vorrei poterti toccare, baciarti, sentire che profumo ha la tua pelle... ma non ho braccia per avvolgerti. Allora ti penso, ti sogno di notte quando tutto è buio e sono sola. Nessuno più mi può violare, tu sei l'unica immagine che resta sul mio vetro, come un'alito caldo appari dolcemente e io posso stringerti forte come se fossi solo mio.