<< indietro
Canzoni d'autore

Racconto

di Michelangelo Pollini

"Passi dal circo, al teatro, al gioco di ruolo, alla scrittura, alla musica, all'urlo libero e sfrenato, per capire che non vuoi fare altro, se non divertirti e percepire quell'adrenalina che scorre nel sangue che ti fa sentire felice". Michelangelo Pollini, diciotto anni, da qualche parte di Piacenza; voglia di combattere con il sorriso cordiale da una parte e il ghigno grintoso dall'altra, sulla carta prolisso ed esagerato, ma dal vivo muto, muto come una salamandra meditativa.

C'è un racconto su di noi

arrivati fino in fondo

immersi nella luce,

di tutto quanto il mondo.

E come passa un treno

d'un tratto passa il tempo

mi sento solo, adesso,

che il mio cuore è polvere,

rinchiusa nel cassetto.

 

Quanti pensieri per due,

quanti discorsi e perché?

Il campo dei sogni difende

l'idea che ho sempre di te,

ma vale la pena tentare,

di andare dentro lo specchio,

nel pozzo profondo di cui,

lento poi sale il secchio.

 

C'è una storia di noi,

che segue il corso del fiume,

che sale dalle mie lacrime,

come può fare un fiore,

fragile è il vento, ma forte è il cuore,

che arde di rosso, fuoco del sole.

Non basta scusarsi in fretta,

per diventare vapore,

a volte serve il silenzio,

e il ritmo torna a cantare.

 

Quanti pensieri per due,

quanti discorsi e perché?

Il campo dei sogni difende,

l'idea che ho sempre di te.

Ma è sufficiente increspare,

il pelo dell'acqua se vuoi,

vedere il mio volto felice,

capisco davvero non puoi.

 

La melodia su di noi,

parla di due innamorati,

che niente d'altro facevano,

se non restare avvinghiati.

 

Quanti pensieri per due,

quanti discorsi e perché?

Il campo dei sogni difende,

l'idea che ho sempre di te.

Se schiacci l'interruttore

divien tutto buio e poi

possiamo ancora parlare

parlare parlare di noi.

 

Tanti pensieri per due,

tanti discorsi e perché...

Il campo dei sogni protegge,

l'idea che ho sempre di te,

se schiacci l'interruttore 

divien tutto buio e poi,

possiamo ancora restare,

restare insieme se vuoi.

 

Il mio cuore è cristallo

forgiato con un soffio

puoi vederci attraverso

 e credergli davvero,

 quindi ascolta, ascolta,

è sincero sincero sincero.