<< indietro
I racconti dello scontrino

Lei

di Georgeta Pojoga
Ariete. Scrivo raramente e solo se ho qualcosa di particolare da mettere nero su bianco. Amo viaggiare e i mini cactus. Vincitrice del premio "Lama e Trama" 2017.
Entrare nella Coop è un sollievo, fuori si schiatta di caldo e il fresco del supermercato mi risolleva.
È strano che passi le mie pause studio in un supermercato, ma camminare lungo gli scaffali colmi di prodotti mi è sempre piaciuto, sin da piccolo.
Però oggi non è solo una questione di relax, ho deciso di abbandonare il mio studio matto e disperatissimo perché ho bisogno di lei.
A malapena sono riuscito a concentrarmi sui libri, perché lei ha occupato ogni mio pensiero sin dall'inizio della mattinata.
Se passa un giorno senza vederla o toccarla il mio petto sembra stringersi alla ricerca affannosa della sua vista e del suo sapore.
È sabato mattina perciò la Coop è colma di gente, ma per un secondo il mio cuore trema perché temo che manchi proprio lei, e tutta quella gente non mi serve se non trovo lei.
Di solito so dove trovarla, ma hanno ristrutturato una parte del supermercato cambiando l'ordine degli scaffali perciò vago un po' confuso fra tutte quelle persone trovando il banco pesce al posto del banco frutta.
Ci metto un po', vagabondo senza sosta, ma alla fine eccola: è lì, ricambia il mio sguardo riempiendomi il cuore.
Le sue forme e la sua lucentezza mi attirano come un'ape al fiore.
O beatissima mia scatoletta di tonno, che farei senza di te? L'esito dei miei esami dipende da te sola.
Afferro tre confezioni di scatolette di tonno e mi metto in fila per la cassa, fischiettando allegro.