<< indietro
Poesia

Porta Nuova

di Simona Leserri

Simona Leserri è nata a Noci (Ba) nel 1997. Dopo la serena adolescenza pugliese trascorsa a leggere e studiare, Simona decide di iniziare a scrivere. O meglio, non ha scelta: come studentessa del Politecnico di Torino, ha sempre in mano mille fogli accartocciati su cui riversare elaborati calcoli, e non solo. Complici i venti anni, l'indipendenza e il prepotente fascino della città, si sente vibrare di nuove energie ed emozioni troppo preziose da lasciar sfuggire. La poesia sorge dunque spontanea, per far sopravvivere, almeno in un tratto di inchiostro, gli spazi, gli odori, lo splendore di un'illusione d'amore. Una poesia inizialmente clandestina, che poco a poco cresce ed esce allo scoperto con il premio letterario "I Murazzi" e la pubblicazione nell'antologia "Voci dai Murazzi 2018"

Basta

esigere giorni assolati,

Basta ambire alle porte centrali:

meglio un vicolo cieco

che sgoccioli un marcio segreto;

più vero un retro

di cocci, piscio e grovigli

 

Che non solo luce ha il bello per confine.

Ho visto il sole sorgere da una gru,

farfalle nascere dietro un vetro