<< indietro
Poesia

Equilibrio Instabile

di Adriana Pugliese
Sono una ragazza di ventun anni, vivo a Bari come studentessa fuori sede. Studio Lettere Moderne presso l'Università Aldo Moro di Bari con lo scopo di entrare, un giorno, nell'ambito del giornalismo.

Tendimi le mani se vuoi,
ma non toccarmi.
Lascia equilibrare 
il mio passo 
su l’instabilità della vita;
Intravedo le tue mani 
di fronte a me,
E dopo soltanto nebbia e
incertezza;
Dietro di me un uomo
con un sorriso terrificante,
si diverte a trafiggermi 
la schiena con una lancia;
E sotto di me,
sotto i miei piedi, 
sotto l’invisibile filo
su cui cammino, 
un burrone senza fine.
Continua a tendermi le mani 
ma non afferrarmi;
Guardami 
mentre perdo il controllo,
Guardami
tremare per paura di cadere
Osserva senza reagire.
Un giorno sarò in grado
di rimanere in equilibrio su un piede solo,
E quel giorno 
le tue mani si fonderanno con le mie.