<< indietro
Poesia

Morbido calore

di Giovanna Garzia

Nata a Venosa (Pz) l'8 Marzo 1989, ha conseguito la maturità classica, la Laurea in Lettere presso l'Università di Pisa e la Magistrale in Filologia Moderna presso l'Ateneo di Bologna. La sua passione per la poesia sboccia nel 2005 con la pubblicazione delle raccolte "Cosi parla il cuore" e "Aspettando il tuo ritorno" (Ed. Appia 2). Ha vinto numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali, classificandosi ai primi 3 posti di prestigiosi concorsi.

Incontra la mia pelle

Se le tue braccia mi avvolgono:

Oasi di dolcezza,

Nel dubbio “Ci sarò” di un distacco.

Occhi disegnati per la luce

Inciampano sul tuo viso:

Non è il tuffo nel mare dell’avere,

Non è un capriccio della stagione fredda,

Accennato da brividi vaghi…

Mi sembra di ripercorrere

Orme di desideri antichi:

Ritrovo gesti creduti dimenticati,

Attese nascoste e poi, col tempo, negate,

Tenerezze impedite, come se

Amarsi fosse una vanità

Di chi chiede carezze

E le parole, le nasconde o

Le trattiene fino allo scadere dei baci,

Tra il petto e la pagina.

Un giorno ho creduto di conoscerti,

Ossimoro tra fede e ricordi:

Sento le tue mani farsi

Orizzonte e mi accorgo che

Regali colore ai miei giorni,

Rendi un abbraccio dimora:

Invoco la fantasia mentre

Sospiro di tornare a te,

Ospite gentile dei miei sogni.