<< indietro
I racconti dello scontrino

Siamo alla frutta

di Demos Nicola

Sono un consulente in comunicazione, normalmente scrivo per lavoro ma in questo caso specifico "per scommessa". Io e il mio più caro amico ci siamo infatti sfidati per vedere quanto lontano andranno i nostri racconti dello scontrino

Mario ha litigato ancora con Silvia, per sbollire è uscito a fare una passeggiata e chiamare suo fratello. Luca di bambini ne ha due, e forse ha anche qualche buon consiglio da dargli. “Come stai Luca? Avevo voglia di sentirti. Sai, ho avuto una brutta discussione con Silvia” “Ciao Mario…. mi dispiace… capisco… con i bambini… alla frutta”, la comunicazione è disturbata, Mario sente male ma capisce il senso. “No, non siamo proprio alla frutta ma è dura. Da quando è nata Arianna dormiamo pochissimo, siamo stanchi e nervosi e litighiamo spesso. A volte viene voglia di mollare tutto…”. “… col cavolo”, lo interrompe bruscamente Luca. “È successo anche a te e Monica?” chiede allora Mario. “Si…” Luca sembra trafelato “… devi mettere tutto sulla bilancia, sono cose delicate… fate con calma e non fatevi prendere dall’agitazione”. “Hai ragione, ma…”. “Niente ma….. non si può tornare indietro… ancora un po’ di pazienza e poi… aspetta a casa… CLICK” è caduta la linea. Luca ha ragione, pensa Mario, che ha ritrovato il sorriso e ora non vede l’ora di tornare da Silvia e Arianna, che lo aspettano a casa.
Intanto poco distante, tra gli scaffali della Coop. “Chi era, papà?”, chiedono a Luca Edoardo e Fabio, 7 e 5 anni. “Era lo zio Mario, ma con questo baccano non ho capito nulla! Dove eravamo rimasti? Ah già, pesate la frutta e il cavolo sulla bilancia. Niente ma, vi ho detto che non possiamo tornare indietro alle merendine, ormai abbiamo quasi finito la spesa e la mamma ci aspetta a casa!”