<< indietro
I racconti dello scontrino

L'Elvira

di Valentina Casadei

A venticinque anni, Valentina Casadei è un'aspirante sceneggiatrice, poetessa e regista italiana. Abita a Parigi da quattro anni. Si è laureata in storia dell’arte a Bologna e ha finalizzato un master anglofono in regia e sceneggiatura a Parigi. Gli ultimi anni ha girato due cortometraggi, “Tutto su Emilia” (2016) e “I Nostri Giorni Benedetti” (2017), che sono stati selezionati e premiati in molti film festival internazionali. L'anno scorso, la casa editrice Bertoni Editore ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie, "Tormento Fragile”. Nel settembre dell'anno corrente, la casa editrice Ferrari Editore pubblicherà il suo primo romanzo breve, "Se Fossi Fuoco".


Arturo spinge, con una mano, un carrello ancora vuoto. Con l’altra mano, impugna la lunga lista della spesa che l’Elvira gli ha preparato. Arturo ha settantatré anni e l’Elvira sessantaquattro. Ma è Arturo quello che va ancora in bicicletta. Entrato nel piccolo supermercato del piccolo villaggio di campagna nel quale vivono, Arturo si sente subito perso. Non ha l’abitudine di fare la spesa la domenica mattina, ma con l’Elvira con la sciatica non ci sono alternative. Intorno ad Arturo, gomitoli di famiglie ammassate intorno a carrelli strabordanti. Arturo abbassa lo sguardo sulla lista della spesa. UOVA. L’Elvira avrebbe preparato l’omelette al prosciutto o la torta mimosa. BAIOCCHI. Arturo si perde in una smorfia di disapprovazione. Preferisce i Ritornelli. Ma perdio, non bisogna fare arrabbiare l’Elvira. POLLO, PORCO, BOVINO ADULTO. Con la lista in mano, ripercorre tutto il supermercato. La carne è vicino alle uova. Girando come una trottola, Arturo si ritrova a seguire una lista della spesa scritta in modo completamente umorale. MIELE, CROCCHETTE DI PESCE PER GINO, SALE, DETERSIVO, OLIO, CAROTE, FETTE BISCOTTATE, SPAGHETTI, CAVOLO CAPPUCCIO, CROCCHETTE DI CARNE PER GINO. Arturo è furioso. Ma che razza di lista della spesa è? È andato avanti e indietro come un pazzo. D’altronde sua moglie é sempre stata impulsiva. Alla cassa Arturo incontra lo sguardo della cassiera, la quale lo saluta con dolcezza e gli esprime le condoglianze per la morte dell'Elvira.