<< indietro
I racconti dello scontrino

Corsia numero 7

di Lisa Cannone

Si diploma al liceo socio-psico-pedagogico e comincia a lavorare in diverse strutture (residenza psichiatrica, fabbrica, bar e circolo culturale) fino al lavoro stagionale che le permetterà di intraprendere diversi viaggi in Trinidad e Tobago, l'isola più a Sud dei Caraibi, dove scoprirà il suo amore per la natura e le piante, iscrivendosi anche alla facoltà di tecniche erboristiche all'Alma Mater Studiorum di Bologna.

“Prendi me!..”.“ Prendimi!”
“Cos’è questo baccano? Non basta la confusione dei clienti?”
“Sono quelle tentatrici delle caramelle alle casse”
“Starnazzano come oche!”
“Scherzi! Il posto fisso alle casse è più agevolato e facilmente un prodotto verrà acquistato, altro che oche, quelle le frequenterai tu semmai! Piuttosto qui ci facciamo vecchi, tu come stai messo a scadenza?”
“Hai paura di non essere comprato? Dai un’occhiata al reparto ferramenta: loro non hanno scadenza eppure stanno lì da anni! Io non mi preoccuperei per la scadenza quanto più del momento in cui sarai comprato e quindi… consumato vecchio mio! E adesso l’idea di scadere qui dentro ti terrorizza ancora??”
“E se poi finisco come i detersivi?”
“Perché? Che hanno i detersivi?”
“I clienti fissati per l’igiene e quelli che ti vengono a cercare solo quando sei in offerta. Preferirei essere scartato da mani esperte e via, tra le braccia del destino. Pensa a quei poveri latticini o al banco rosticceria che finiscono tutti allo smaltimento! “
“Hai ragione. Parlo così perché noi abbiamo una posizione privilegiata rispetto agli altri”
“A noi ci comprano volentieri, ma una suora non ci comprerebbe mai così come i dolci un diabetico, tutto dipende da cosa piace o non piace”
“Quindi basta essere ciò che siamo e piaceremo a quelli giusti?”
“Esatto… Proprio come ora!”
“Amore… Aspetta che faccio scorta per le ferie!” … “Amore e se invece …. Mettessimo su famiglia???”
“No amico, mi sa che non è proprio ora.”