<< indietro
Poesia

Il nostro vino

di Michela Ferrari

Nata a Parma l'undici settembre millenovecentonovanta.

Rosso e fermo

arrossate le guance e

legata la lingua

gli occhi no, quelli ballano

il lento per stringersi

e saltano il boogie quando ridiamo

tu non hai fame?

Prendiamo il primo e il secondo,

ma solo se diversi per fare finta

di mangiare di piu’.

Rosso,

come le labbra e i sapori che

sotto le lenzuola si mischiano.

Poi siamo stanchi ma non per

stare fronte a fronte

e scambiarci i pensieri.

Fermo,

per favore stai qui.