<< indietro
I racconti dello scontrino

Galeotto fu il libro

di Valeria Rosina

Mi chiamo Valeria, sono mantovana d'origini e cittadina europea. Amo viaggiare, conoscere e creare; cerco di non dare mai nulla per scontato e vedere le varie sfaccettature della realtà. Leggere e scrivere mi appassionano da sempre.


Clak. Le saracinesche sono state abbassate e le porte chiuse. Dall’interno dell’ipermercato si tira un sospiro di sollievo. “Che facciamo ora?” domanda Mela Ammaccata “abbiamo solo la notte per salvarci, o domani saremo buttate via perché nessuno ci vuole.” “Vieni con me” risponde Banana Troppo Matura “andiamo in perlustrazione, troveremo una soluzione.” Mentre escono dalla loro cassetta, Pera Bruttina chiede timidamente: “Posso unirmi anche io? Nessuno mi vuole perché non sono perfetta come alla pubblicità.” “Certamente”, rispondono in coro. Il trio girovaga tra corsie di pasta e riso, legumi e condimenti, si infila tra i vestiti, sfiora ventilatori, finché s’imbatte in qualcosa di nuovo: il reparto libri. Mela Ammaccata, Banana Troppo Matura e Pera Bruttina sono stupite dallo splendore di ciò che vedono. Colori caldi e luminosi, il profumo e la forma dei libri le attirano. Si guardano intorno curiose; a un certo punto Banana Troppo Matura esclama: “WOW!” È davanti a una copertina con titolo argenteo su fondo bianco, nel mezzo un caleidoscopio di colori. Lo apre e… ”Ma queste siamo noi!!!” grida eccitata, “forse è la soluzione che stiamo cercando!” Pera Bruttina e Mela Ammaccata accorrono. Appena vedono il contenuto, concordano: “La nostra vita è salva, e sarà valsa la pena averla vissuta.” Unite e felici più che mai, prendono l’occorrente dal reparto elettrodomestici, si sbucciano e si tuffano: l’indomani saranno uno squisitissimo frullato.