<< indietro
Poesia

Eclissi

di Silvia Vazzaz

Niente da dichiarare.

Il sole,
La luna,
Mutevole.
Lontana.

Periodicamente
In un moto silente,
Inesorabilmente
Nel nulla celeste,
Il sole brucia
La luna oscura
Una paura cosmica
Di una vita ritmica.

Brevemente,
L’una copre tremante
Ciò che l’altro illumina
Di una luce unica.

Vuoti prima,
E vuoti dopo
Sembrano vicini
Ma sono ad anni
Luce distanti
Tra stelle e pianeti.

Si completano,
Si allontanano,
Senza incontrarsi
Si sovrappongono,
Salutandosi
Da lontano.

Scordandosi quasi,
Di essere destinati
A tornare allineati
Nella loro, triste,
Eclisse.