<< indietro
Poesia

Due punti di sospensione

di Marco Crosato

Marco nasce nel 1998 a Motta di Livenza. Appassionato di letteratura e scrittura fin da bambino, inizia a dedicarsi in particolare alla poesia all'età di sedici anni. Altre sue passioni sono la musica, il cinema e l'impegno sociale praticato attraverso lo scoutismo e Libera. Nel 2017 si diploma al liceo scientifico Isiss Antonio Scarpa di Motta di Livenza con valutazione cento e lode. Attualmente studia ingegneria dell'energia all'università di Padova.

Tutto è rallentato allora,

Senza un particolare motivo

Un regalo gratuito dal mondo per me

E l'ho apprezzato, rendo grazie

In silenzio anche se non c'è nessuno in casa

Per rispetto delle stelle

 

Le ultime gocce di una giornata di pioggia

Che cadono sulla stessa linea visiva

Di quel lampione appena oltre al cancello

Aveva smesso di funzionare un anno fa

Chissà quando ha ripreso a farlo

Succede spesso anche a me

Mi ritrovo senza accorgermene

A volte la notte mi ricuce

Sottovoce per non svegliarmi

 

E le foglie verdi chiarissime

Perché è primavera sai?

Anche se sembra novembre

Le similitudini arrivano fino a un certo punto

E i fiori non si nascondono

È il loro momento e lo sanno

 

La mia visione dei finali è che

Non serve siano sospesi o irrisolti

Basta lo siano i loro abitanti

Voglio vedere negli ultimi frame

Nelle loro ultime rapide lettere

La vibrazione di una vita irrisolta

Che non li lascia anche se

Non li vedrò mai più

Rimangono

A cercare di toccarsi le dita a vicenda